Seconda giornata del processo Rostagno

Questore Germanà

A questo link trovate il resoconto della seconda giornata del processo per l’omicidio di Mauro Rostagno. A cura di paolo Brogi. E’ stato ascoltato il questore Germanà, allora capo della squadra mobile di Trapani che aveva fin da subito seguito la pista mafiosa, alla quale venne preferita lq pista di uno scontro interno alla comunità di Mauro. Si è parlato di traffico di armi e delle famose cassette video scomparse dopo l’uccissione di Mauro. L’aerticolo è di Rino Giacalone.

Dal blog, l’inizio del resoconto:

Ecco cosa è successo a Trapani nella seconda udienza questa mattina del processo per l’omicidio di Mauro Rostagno, il dibattimento  continua nel pomeriggio, ce lo riferisce il giornalista Rino Giacalone:

Il medico legale Nunzia Albano, il sostituto commissario di Polizia
Antonino Cicero e il questore Rino Germanà, sono stati fino a questo
momento i testi sentiti nella seconda udienza che è tenuta davanti la
Corte di Assise di Trapani per il delitto del sociologo e giornalista
Mauto Rostagno. L’apertura del dibattimento e’stata segnata
dall’intervento del presidente della Corte Angelo Pellino che
salutando un gruppo di studenti che seguono il dibattimento, parlando
del processo, ha ad un certo punto fatto riferimento all’attualità del
momento politico a proposito di giustizia e di riforma della
giustizia. “Quando parliamo di processo oggi spesso sentiamo dire di
processo giusto o processo equo, quando semmai va ricordato a tutti
che mai la parola processo puo’ andare disgiunta dai concetti di
giustizia ed equita’. Tra i particolari emersi quello che, riferito
dall’investigatore  Cicero, nel trapanese negli anni 80 ci sarebbe
stato un traffico di droga coperto dal trasporto di armi dentro una
base militare, circostanze che pero’ non sono state approfondite
sembra per le difficolta’ a potere indagare all’interno delle basi
militari presenti nel trapanese… continua